chessqueen
Concetti per esperti:
1. Quando bisogna lasciare
2. Grandi errori
3. Puntare al river
4. Vantaggi dell'Hold'em
5. Scelta avanzata della partita
6. Utilità Aspettata
7. Utilità Aspettata 2
8. Professionisti di Poker

Altre lingue:



Utilità Aspettata
STRATEGIA DEL POKER

I due posti migliori dove giocare No-Limit
Fino a €400 Use Our Link
Gioca i tornei di poker online più ricchi d'Italia
200% fino a €600 tips
Grandi promozioni
Utilità del denaro

In precedenza abbiamo discusso sul concetto di Valore Aspettato, ovvero sulla quantità di soldi/chips che vi aspettate di guadagnare facendo certe mosse. In quasi tutte le situazioni nelle partite a soldi, tenere in conto il Valore Aspettato e le probabilità implicite, vi daranno abbastanza informazioni per prendere la giusta decisione. Ma, sottolineando il concetto di Valore Aspettato, c'è un'importante assunzione da fare: L'assunzione che ogni dollaro ha lo stesso valore.

Questa assunzione non è sempre vera.. Diciamo che il vostro bankroll (la vostra disponibilità monetaria per il gioco) è di un milione di dollari. Qualcuno vi propone di scommettere un milione di dollari su un tiro di una monetina. Fareste questa scommessa? Alcune persone lo farebbero, ma la maggior parte no. La ragione per questo è che, se avete un milione di dollari in banca, allora vincere un altro milione non vi darà così tanta utilità (felicità). Dopo tutto, se avete quel milione in più, cosa ci potreste fare con quello? L'utilità (felicità) guadagnata da quella seconda BMW o casa, non è un ugual esperienza come quella che avreste nel perdere e nel diventare improvvisamente poveri.

La ragione di questo è che, la vostra Utilità di Denaro cambia dipendendo da quanto denaro possediate. Ogni livello di valore o di guadagno è associato con un certo livello di utilità. Questa utilità non necessariamente aumenterà uniformemente. Per la maggior parte delle persone, il secondo milione non vale tanto quanto il primo. Questa cosa è chiamata Utilità Marginale Decrescente. Le persone che appartengono a questa categoria, sono chiamate rischio-contrario:

hihiDiminishing Marginal Utility



Altre persone faranno la scommessa, perchè il secondo milione per loro ha lo stesso valore del primo milione. Queste persone sono chiamate rischio-neutrale:

hihiConstant Marginal Utility

Ora, ci sono molte persone che non farebbero la scommessa da un milione di dollari alla stessa probabilità di vincita, ma se avessero una chance del 55% di vincere, invece che del 50%, allora potrebbero farla. Sicuramente, molte persone non la farebbero comunque, ma altre la farebbero.

Ora, cosa succederebbe se si invertissero le cose? Cosa succederebbe se vi venisse offerta una scommessa da un milione di dollari, con il 45% di chance di vittoria? Credeteci o no, ci sono molte persone che la farebbero. Questo succede perché l'utilità marginale che ricevono dal secondo milione di dollari, supera l'utilità che ricevono dal primo milione. Forse essi hanno esattamente bisogno di $2 milioni per salvare il loro business, a qualsiasi somma minore porterebbe alla bancarotta.

Questa condizione (Utilità Marginale Crescente) anche parzialmente spiega perché la gente compra i biglietti della lotteria. In alcuni stati, riceverete circa 30 centesimi di EV per ogni dollaro che spenderete per la lotteria. Queste sono percentuali terribili! E anche qualche persona che comprende questo, continua a giocare, perché l'utilità che avrebbero dal diventare pluri-milionari (o semplicemente pensando a quello) ha un valore maggiore che 70 centesimi per loro. Le persone che appartengono a questa categoria vengono chiamate rischio-amanti:

hihiIncreasing Marginal Utility

La gente rischio-amante (amante del rischio) è la categoria più suscettibile a diventare giocatori d'azzardo compulsavi. Questo succede perché si divertono a fare scommesse con un cattivo valore aspettato.

Utilità Marginale e Poker

Potreste chiedere, ma cosa c'entra tutto questo con il poker? Bene, ci sono alcune cose che dovete sapere. Prima di tutto, il tipo di persona che è il vostro avversario (rischio-contrario, rischio-neutrale, rischio-amante) influirà su come giocherà al tavolo. Molti giocatori, quando cercano di salire di livello, giocano impauriti. Questo succede perché il maggiore ammontare di denaro che hanno al tavolo è alto abbastanza per far si che non siano più in un punto di inclinazione costante sulla loro curva dell'utilità. Questo aiuta a capire come mai non bisognerebbe giocare in un livello che è troppo al di sopra di voi. Se siete rischio-contrari in quel livello, concederete un mucchio di piccoli vantaggi. La situazione opposta è anche vera: potreste fare bene al $10-$20 poiché magari amate precisamente quella quantità di rischio. Se giocate al $5-$10, o al $2-$4, potreste essere ora rischio-amanti, e giocare in maniera troppo libera!

A prima vista, uno può pensare che rischio-amante sia la stessa cosa di giocatore libero, e che rischio-contrario, sia lo stesso che giocatore solido. Questo non è vero: una persona può giocare in maniera solida semplicemente perché questa è la strategia migliore per il tipo di avversari contro cui ci si confronta. Un giocatore forte nelle partite No-Limit varierà tra il giocare in maniera solida e in maniera libera, ma sarà rischio-neutrale. No farà mai una puntata con un sottile vantaggio, né lascerà un leggero vantaggio al suo avversario. La condizione che gli permette di variare tra l'essere solido e libero, è che il gioco dei suoi avversari richieda una o l'altra cosa.

E' importante essere sicuri che stiate giocando in maniera rischio-neutrale, e quindi "leggere" il vostro avversario correttamente. Se il vostro avversario sta giocando in maniera solida, non assumete semplicemente che è un giocatore rischio-contrario, iniziando a bluffare come un pazzo contro di lui. E' importante imparare velocemente se egli è veramente rischio-contrario o se semplicemente sta giocando in maniera solida per avere un vantaggio sugli altri giocatori.

Rischio del bankroll contro rischio dello stack

Quindi se volete essere rischio-neutrali con il vostro stack (pila di chips), cosa dire riguardo al vostro bankroll? Ci auguriamo che voi siate rischio-contrari con il vostro bankroll. L'ammontare di soldi che vincete o perdete in qualsiasi sessione o anche in poche sessioni, non dovrebbe interessare molto il vostro bankroll. Altrimenti, le vostre emozioni faranno troppo parte del gioco, e giocare spaventati è sempre una brutta idea. Ma come mai questo ha senso? Come potete essere rischio-neutrali con il vostro stack e rischio-contrari con il vostro bankroll allo stesso tempo? La risposta è che la forma della vostra curva di utilità cambia come anche l'area che state guardando cambia. Se l'area è abbastanza piccola, la curva del rischio-contrario comincerà ad assomigliare di più ad una linea dritta. Questo cosa è simile al perché la Terra è rotonda, ma l'area che possiamo vedere ad occhio nudo, è così piccola che ci sembra piatta.

Utilità delle chips in un torneo

La Teoria della Utilità Aspettata, spiega anche perché il gioco nel torneo è diverso dal gioco a soldi. Avrete potuto notare che la gente è molto più rischio-contraria nei tornei invece che nelle partite a soldi. Questo succede per l'Utilità Aspettata: se avete 1000 chips all'inizio del torneo, è probabilmente una brutta idea chiamare un all-in con una probabilità del 50-50. Questo perché avere quelle altre 1000 chips non ha un valore così importante per voi, ma se perdete le vostre 1000, siete fuori dal torneo.
In un'altra mano, nel mezzo del torneo, potrebbe diventare una buona idea quella di chiamare una puntata molto simile! Questo succede perché, avere un grande stack vi darà una utilità extra perché potrete così rubare i bui. Inoltre, se sarete contro un giocatore short stack (con una piccola quantità di chips), a torneo inoltrato, voi probabilmente sarete contenti di prendervi un rischio del 50-50 in un all-in. Questo perché, l'utilità di avere quelle 1000 chips di prima, è molto diminuita per colpa dell'aumentare dei bui.
La vostra curva di utilità/chips durante un torneo, è dinamica,o cambia lungo il tempo. Un giocatore che sta vincendo un torneo, è consapevole dell'utilità che riceve dalle chips che sta puntando, e di come la sua curva di utilità stia cambiando durante il torneo. Egli, non ha deciso per un Valore Aspettato in chips positivo; se parla di un valore aspettato positivo, lui intende un Valore Aspettato positivo in soldi del montepremi. In altre parole, esige una Utilità Aspettata per tutte le sue puntate.

Utilità degli accordi

Alla fine dei tornei, è comune, tra i giocatori di poker, fare degli accordi. Spesso, spesso la struttura dei premi è esageratamente più distribuita nelle prime posizioni, dando al primo classificato, circa il doppio di quanto viene dato al secondo. Comunque, i bui sono così alti a questo punto del torneo, che la fortuna diventa il fattore più importante per determinare il vincitore. Invece che combattersi, i giocatori di poker spesso preferiscono fare un accordo e dare a ciascun giocatore una parte del montepremi. Questi accordi tengono in conto le curve di utilità dei giocatori. Se un giocatore di poker è un pluri-milionario e sta giocando in un torneo da $200 di buyin, probabilmente a lui non interesserà più di tanto la variazione implicata nella vittoria. Invece, un giocatore che ha faticosamente accumulato tutti quei soldi per partecipare al torneo è probabilmente più avvantaggiato nel prendere un accordo. Quando si fa un accordo, tenete in conto i vostri avversari e le vostre curve di utilità. Non lasciategli prendere un vantaggio su di voi solo perché sospettano che siate rischio-contrari. Per esempio, si è parlato molto riguardo al fatto che non ci furono accordi nelle WSOP del 2003 perché Sammy Farha pensava che potesse dominare Chris Moneymaker al tavolo finale. Farha, un pluri-milionario, sapeva che i soldi in ballo intimidivano Moneymaker, un giocatore di medio livello. Alla fine, Moneymaker prese bene questa decisione, giocò un poker solido, e vinse le Wold Series.

Prossimo articolo: Utilità Aspettata, Parte 2
 


PokerTips Newsletter Sign-Up