newspaper
Introduzione
Codici dei premi
Regole del Poker
Strategia del Poker
Revisione dei Siti
Simulatore [en]


scales

Il Dipartimento di Giustizia U.S. incrimina operatori del poker online

Law, 2011-04-18, by dieeego

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha formulato un atto d'accusa contro i fondatori di tre delle più grandi poker room online che svolgono il loro operato negli U.S. Undici nomi sono stati elencati in questo comunicato stampa. Si tratta dei fondatori di PokerStars, Full Tilt ed Absolute Poker che sono stati accusati di frode bancaria, riciclaggio di denaro e reati di gioco d'azzardo illegale.

Il DOJ ha anche sequestrato cinque domini internet sotto i quali le compagnie ospitavano le loro partite di poker illegali. In aggiunta, sono stati confiscati più di 75 conti bancari utilizzati dalla compagnie di poker.

Il procuratore americano di Manhattan Preet Bharara ha detto, "Questi imputati hanno architettato un piano elaborato di frode criminale, ingannando alcune banche statunitensi ed effettivamente corrompendone altre per assicurare il flusso continuo di miliardi di profitti derivanti dal gioco d'azzardo illegale. Inoltre, come sosteniamo, nel loro zelo di eludere le leggi sul gioco d'azzardo, gli imputati hanno anche effettuato del gigantesco riciclaggio di denaro e frode bancaria. Le imprese estere che scelgono di operare negli United States non sono libere di non rispettare le leggi che non gli piacciono solo perchè non possono accettare di essere separati da quegli ulteriori profitti."

Il comunicato stampa accusa inoltre PokerStars e Full Tilt di aver persuaso piccole banche in difficoltà finanziarie facengli effettuare transazioni illegali in cambio di investimenti da milioni di dollari. Sono anche accusati di mentire alle banche riguardo alla natura delle loro operazioni e della creazione di società e siti web fasulli. In un documento di PokerStars del 2009 ottenuto dal DOJ, essi riconoscono di ricevere denaro dai giocatori degli Stati Uniti attraverso nomi di società che "fortemente dichiarano che la transazione non ha nulla a che fare con PokerStars".

In accordo al comunicato stampa, l'ufficio del procuratore del Southern District of New York sta lavorando con agenzie straniere di polizia e con l'Interpol per assicurare l'arresto di questi imputati e la confisca dei proventi illeciti presenti all'estero.

L'accusa è alla ricerca di almeno 3 miliardi di dollari in sanzioni civili inerenti al riciclaggio di denaro sporco da parte delle società di poker.

Rimanete collegati su PokerTips per avere maggiori aggiornamenti su questa importante vicenda non appena vengono rilasciati.

Related Links

DOJ Press Release

Return to Poker News
 


Altre lingue:


PokerTips Newsletter Sign-Up